Chi sono

Mi chiamo Massimiliano Martucci, sono nato e vivo in Puglia, ma ho studiato a Napoli, dove ho conseguito una laurea triennale in Lingue Culture e Istituzioni dei Paesi del Mediterraneo. Dopo di chè sono tornato in Puglia, proprio in tempo per assistere e collaborare a quella Puglia Migliore che proprio allora iniziava a battere le sue ali.

Sin da quando mi ricordo ho sempre desiderato fare il giornalista, sarà un po’ perchè in casa i quotidiani e i giornali non mancavano mai, sarà perchè sono sempre stato molto curioso. A Napoli ho collaborato, tramite lo stage universitario, con Scarp de’Tenis un giornale di strada scritto da persone che spesso vivono ai margini, lontano dai riflettori. Poi a Martina Franca ho fatto parte di una redazione di un settimanale freepress appena nato, ExtraMagazine, per due anni, e nel frattempo mi diplomavo mediatore interculturale.

Tramite un incontro fortuito, ho realizzato il mio sogno di scrivere per Carta, per cui credo di aver vissuto una delle esperienze più formative della mia vita.

La collaborazione con Carta continua tutt’oggi, tempo permettendo, perchè sono passato un po’ dietro le linee, curando a tempo pieno la comunicazione di Oasi2 curando, tra le altre cose, una newsletter e un sito sul mondo del carcere.

Nel frattempo mi sono specializzato nella comunicazione in generale, che non è nient’altro che il liquido dell’acquario in cui viviamo. Il mestiere del giornalista è solo una piccola parte, forse la più epica, etica, romantica, ma ci sono momenti in cui per cambiare il mondo, almeno un po’, bisogna dare fondo a tutto quello che sappiamo.

Collaboro con la Filctem Cgil di Taranto, per cui ho curato la campagna di comunicazione per la manifestazione dell’11 novembre 2009, scrivendo, tra le altre cose, il soggetto e i testi del fumetto “Nello, il cappottino orfanello” inchiostrato poi da Walter Trono.

Ho curato la comunicazione per la campagna elettorale “socialmente utile” per il consiglio regionali pugliese per Felice Di Lernia, candidato a Trani nelle fila di Sinistra Ecologia e Libertà.

Nel novembre 2010, in collaborazione con gli operatori precari di Oasi2, ho scritto, girato e montato la video lettera a Nichi Vendola, ripresa in pochissimo tempo dal Fatto Quotidiano e da Repubblica.

Nel frattempo studio Sociologia delle Comunicazioni all’Università del Salento.

Dimenticavo: amo la musica dei Tool, c’è un angelo che mi segue come un’ombra di cui non troverete traccia su internet, e credo che il rum Zacapa sia una delle più grandi bufale della storia.

 

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: